Una cena profumata d'Oriente al Borgo delle Tovaglie

una delle tavole della cena profumata

La dolce vita del blogger.
Mercoledì scorso sono stata invitata a una cena profumata in uno spazio molto suggestivo di via Farini , Borgo delle Tovaglie. Non so se lo conoscete, ma, anche al di fuori di uno shopping effettivo (ovvero l'atto del fare acquisti), questo è uno di quei negozi di visioni d'arredamento per la casa, dove bisogna fare un salto ogni tanto, per prendere un po' di ispirazione esistenziale. Associato a sopralluoghi in tanti altri posti di Bologna che amo, Borgo è una meta di grande suggestione. Ecco, proprio qui, al piano di sopra, mercoledì scorso è andata in scena una cena profumata in cui le fragranze di Luca Gritti incontravano l'arte culinaria e ad ogni piatto... una forchettata e una sniffata di mouillette, ovvero il cartoncino dove si spruzzano i profumi per essere odorati. E guarda un po' chi ho trovato ai fornelli: Riccardo Facchini, meraviglioso cuoco e simpatico amico (anche della scuola di cucina partecipata Club des Pirottines) che da qualche mese sta percorrendo una strada indipendente, dopo aver lasciato il Pappagallo di via Santo Stefano. Incontro tra sapori e sentori non poteva essere più riuscito.



niente vino (che confonde i sensi) per la cena, bensì acque profumate come quella al profumo di sambuco e boccioli di rosa. E mentre si mangia si annusa

uno dei due tavoli 

"Convivio d'amori": s'intitolava così la cena gusto-olfattiva organizzata in occasione del festival Smell che per alcuni giorni ha proposto alla città una vita declinata secondo naso e alcune interessanti iniziative è finito proprio ieri in città. E ho trovato che fosse perfetta per questo spazio dove tutti i giorni si pratica un convivio d'amori e di passioni attraverso tessuti, materiali, design. Ci sono molte visioni interessanti in questo "interno" di via Farini e l'universo profumato d'oriente percorso da Dr. Gritti era in grande sintonia, forse anche aiutato dal menu che non ho potuto assaggiare al 100%, per via di alcuni piatti di carne, ma di cui ho colto la forza e la bellezza.
"sniffata" di gruppo e acqua profumata di sambuco
il menu: profumo Antalya abbinato a sgombro in infuso di boccioli di rosa e melissa, Delirium con carpaccio di agnello affumicato al pepe di sarawak, lampone e tè al gelsomino, Damascus con tajine di pollo su bulghur all'arancio e croccante di sesamo, Saraj con crema catalana al tè matcha, granita di fragole e menta acquatica (la foto non c'è)
acqua di lavanda gelificata con tartare di anguria, fiori di lavanda, carpaccio di ravanello abbinata al profumo Preludio, i biscotti di Casamanu Catering Food Design che con Riccardo Facchini ha curato il menu
Aqua Incanta e crumble di cioccolato bianco aromatizzato ai boccioli di rosa, con insalata di finocchio, zucchero a velo e petali di rosa disidratati

Luca Gritti e Riccardo Facchini, un incontro fortunato

Commenti

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea