Un tramonto a Cesenatico tra eccellenti barwomen e attenti camerieri

tramonto al porto canale di Cesenatico
Sapete che in Inghilterra hanno lanciato la giornata nazionale del cameriere?
Beh, certo che iniziare il lunedì con questo quesito è piuttosto surreale, però l'informazione, sulla domenica appena passata, che ha visto i migliori camerieri del Regno Unito, ritrovarsi a Londra per una marcia, mi serve da ponte verso la mia esperienza appena vissuta - sabato sera- a Cesenatico. Un racconto di cibo, prime fughe estive, arte delle relazioni umane, tramonti, cocktail, relax, incazzo. Sabato sono andata a Cesenatico, fuga con l'Adorabile. Per un drink al tramonto al Marè, sul porto canale (che mi piace sempre tantissimo) e un po' di pesce in un ristorante sempre lì, di cui mi era stato detto bene, il Gambero Rotto, ex Gambero Rosso.




i nostri Marè cocktails

La serata è quindi iniziata molto bene. Erano già le 20 passate e al Marè c'erano un sacco di posti liberi per sedersi e farsi un drink. E vi dirò, nonostante il buffet per l'aperitivo fosse finito (perché c'era un matrimonio con intrattenimento alla masterchef - !!!- e quindi i cuochi erano tutti concentrati lì) e ci abbiano portato olive e patatine, noi i nostri coktail ce li siamo gustati moltissimo perché erano favolosi. Margarita per l'Adorabile e Coconuts (rum, cocco, menta, lime) per me (6 euro l'uno spesi benissimo). Vista meravigliosa e cameriere gentilissimo. Lui, infatti, ce l'aveva detto che come cibo c'erano rimaste solo patatine e olive e che quindi potevamo decidere di non rimanare. Noi abbiamo molto apprezzato la cosa e siamo rimasti, anche perché noi adoriamo le olive con un buon cocktail, e poi dopo, dovevamo comunque andare a cena a due passì dal Marè.
Il che è successo verso le 22. Il suggerimento per andare al Gambero Rotto, che nella sua precedente gestione - come si vede dall'insegna- si chiamava Gambero Rosso - mi arrivava da un amico che mi aveva assolutamente invogliata. Mi aveva mandato alcune foto dei piatti scelti, un'immagine di spiaggia...insomma pesce+spiaggia+riviera = SUPER! Però, forse, di giorno è meglio, come ho capito dopo. Lui un po' me l'aveva detto, ma io ero lì in quel momento...e come potevo non andare a curiosare?
Cesenatico dreaming

Non voglio parlare della fila, che è normalissima ci sia il sabato sera e soprattutto se un ristorante sta aperto fino a mezzanotte. Però, dopo mezz'ora di fila arriviamo alla cassa per pagare e ci dicono che i "sardoni del Capanno" sono finiti. Il che sarebbe nulla se i sardoni (qui cucinati gratinati e scottadito) non fossero due dei pesci freschi presenti sul menu. Il resto surgelato, insomma. Io alla cassa, a questo punto, ho avuto anche un po' di esitazione, perché non mi faceva piacere ripiegare su altro. Potevano fare un urletto e dirlo alla gente in fila, no? Mah. Anche perché al Gambero Rotto funziona che uno paga, riceve un biglietto e poi quando arriva il suo numero torna a prendere la roba. Self service, insomma. Alla fine abbiamo preso le cozze, le vongole, le mazzancolle in guazzetto, gli strozzapreti con le canocchie e gli spiedini di spada. E la delusione non è finita. Le cozze (anche queste fresche, al prezzo di 9 euro e 70) erano tutte mezze vuote, nel piatto due vongole e una mazzancolle. Gli strozzapreti (8 euro e 50) con un sugo salatissimo. E gli spiedini (9 euro e 70) surgelati ma buoni invece. Per fortuna che mi ero presa una coca cola, perché me la sono scolata avidamente. E qui arriva il nostro personaggio della serata, il giovane cameriere che, arrivato per sparecchiare, ci ha chiesto se avevamo mangiato bene. E noi: "No, veramente". Gli abbiamo spiegato un po' di cose e ci ha tenuto moltissimo che parlassimo col titolare. Abbiamo apprezzato molto che ce lo chiedesse. Anche questo, sarebbe compito di un buon cameriere. Mi ha talmente sorpreso che gli ho chiesto se era uno dei soci. Non lo era, e per questo 1000 punti, insomma.
Gambero Rotto

E alla fine abbiamo parlato con il proprietario, che era dispiaciutissimo e ch ha detto che un sabato sera così era stato davvero impegnativo. Che aveva preparato 44 piatti di sardoni e che in un'altra serata tutto ciò non sarebbe accaduto. E se volevamo qualcosa che ce lo offriva. Sì, è stato gentile, gli abbiamo chiesto un litro d'acqua perché avevamo una sete assurda, ma la brutta mangiata quella non è stata cancellata. Ah, e chi ha invitati, la prossima volta che passiamo, a mangiare un piatto di sardoni offerti da lui. Secondo voi avrebbe potuto fare di meglio? Oppure il suo comportamento è stato gentile? Io son rimasta... col salato in bocca. Perché ok, i prezzi non sono male, ma ci sono bar a Bologna, che servono spiedini di gamberi surgelati con verdure a 6 euro. E insomma, ci arrivo in pochi minuti e so cpsa mi aspetto. Nel caso del Gambero Rotto, ecco, l'aspettativa è stata tradita. E per di più in riva al mare. :-(
Io, comunque, in tutta questa faccenda, ripenso al giovane cameriere, e anche al cameriere del Marè, che sono un esempio, per chi voglia fare questo lavoro.
E chiudo con due riflessioni:
1-Il nome Gambero Rotto si addice al posto
2-W i camerieri e le cameriere W.

Marè
Molo di Levante 74, Cesenatico
0547 672188

Gambero Rotto "La vera bazza al cartoccio e da asporto"
c/o Gambero Rosso, Molo di Levante, Cesenatico
non si prenota, self service


Commenti

  1. Leggo bene....Gambero Rotto????
    Troppo forte, pollici in alto per il Gambero Rotto, che ridere:))))

    RispondiElimina
  2. proprio così...un nome che gli si addice hi hi

    RispondiElimina
  3. La Romagna ha SEMPRE un suo perchè!!
    Stupenda la prima foto...sembra un quadro di Hopper!

    RispondiElimina

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea

Post più popolari