Grandi ritorni: il ghiacciolo...anche in limited edition

i ghiaccioli di Scirocco sono fatti con fritta fresca e aromi naturali. Quello rosso è una special editition: è stato fatto per A. I. L. -Associazione Italiana Leucemia, coi gusti arancio ibiscus lemongrass e poi una punta di fragola

Come si fa a formalizzare un "grande ritorno"? Cioè: come si fa a capire quando soffia una certa aria che sa di qualcosa che sta diventando grande ossessione? Secondo me basta semplicemente guardarsi attorno. Magari con intenzione. Ovvero, ogni giorno che si esce di casa si guarda il mondo con la missione di trovarci qualcosa di nuovo, che è un po' eccezione, che ribalta la staticità dei ritmi esistenziali. Si vive osservando ben bene quel che ci circonda. E ci si ritrova, dopo un po', a mettere insieme tutti gli indizi che ci dichiarano l'arrivo di qualcosa di nuovo. Ad esempio il ghiacciolo. Beh, direte voi, c'è già da un po'. Dai tempi dell'industriale Cof, come veniva chiamato per via della marca, un piccolo ritorno c'è stato. Ed è all'insegna dell'artigianale. Ma se prima c'era timidamente in qualche gelateria, adesso è un punto forte della produzione. Ed è un po', a mio parere, l'espressione dell'anima di un gelatiere. Perché è una cosa apparentemente facilissima da fare, ma in verità necessita di cura e ancor di più "sboccia" quando gli ingredienti sono naturali. Non vorrei fare una classifica, piuttosto lanciare una classifica collettiva. Mi aiutate? Tanto io tutti non riuscirò mai ad assaggiarli. E allora che classifica è?
Per il momento posso dire che il bastoncino col ghiaccio gustoso attorno che mi ha più sorpreso è stato l'AIL di Andrea Bandiera, assaporato nel suo Scirocco in via Barelli 1. Incredibile. Mentre estraevo la dolcezza dal ghiacciolo pensavo che si potrebbe fare in mille modi. Quanti gusti fantasiosi! E qualche giorno dopo tornavo alla semplicità di un latte&menta che da Scirocco è fatto con una menta piperita biodinamica in olio essenziale. Prossima volta, invece, assaggerò il cupuacu, un frutto brasiliano molto particolare "con un alcolicità apparente, simile ad una sovramaturazione, con una nota finale di noce".
Avanti coi vostri favoriti!


Commenti

  1. anche gamberini li fa! e sono buoni (anche se quest'anno non li ho ancora provati)

    RispondiElimina
  2. pian piano voglio aggiungere una lista sotto al post. Di Gamberini ho assaggiato quello al Mango che praticamente era frutta ghiacciata, molto buona. e poi il calippo! una grande new/old entry:-)

    RispondiElimina
  3. niente...troppo avanti il nostro Andrea :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stasera sono andata ad assaggiare ciliegia e rum e ho pensato: voglio un alito così!

      Elimina

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea