Un tavolino, il cielo stellato, le chiacchiere, un drink e la lentezza: potere alla strada

in via Belvedere c'è "Luci della città" fino al 20 luglio con i tavolini che occupano la strada, i banchetti dei commercianti del mitico Mercato delle Erbe che preparano piatti veloci con verdure, salumi, formaggi e frutta e il negozio delle sfogline che propone primi succulenti, anche per chi non ama proprio i tortellini: la lasagna con le zucchine è già cult

Da un po' di tempo, sì, quantifico anche in anni - un paio- sento proprio che Bologna non ha più nulla da invidiare a città sempre mitizzate e prese a paragone per denigrare (giustamente, quando serviva) la "Grassa". E questo non lo dobbiamo alla nostra amministrazione in particolare,  ma piuttosto ai cittadini che devono averlo chiesto forte all'Universo, "perfavore dacci la possibilità di stare in allegria e spensieratezza nelle nostre strade, facci stare insieme ai nostri simili e cazzeggiare allegramente almeno in estate". E poi ci sono i commercianti che, un po' depressi dalla cassa che batte a rilento, hanno la possibilità di fare affari anche fuori orario e con soluzioni più intriganti. C'è un grande bisogno di socialità, credo, e soprattutto tutti hanno voglia di stare in spazi aperti. Nei cortili, nelle piazze, nelle strade, nei parchi. Anche seduti su un muretto fa un sacco estate. Tutti cerchiamo quello che "fa un sacco estate" e il fatto che è proprio a portata di mano. Come nelle famose città prese ad esempio tante volte, Barcellona, Berlino, Londra, Vienna e anche Marsiglia, dove il tavolino "in the middle of the street" è sempre stato un simbolo. Mi viene in mente anche Lubiana, dove ci sono sedie o poltrone di plastica (ma disegnate da artisti) che spuntano in mezzo alla strada o sui marciapiedi, così...che se uno ha voglia di sedersi lo può fare. Bellissimo. Come splendida è la via Belvedere che tutta la settimana, a parte la domenica, diventa un salotto. E a volte c'è anche la musica. Dalle 18 alle 22. Fateci un passaggio e...buon weekend!

Commenti

  1. Ma che bello, non lo sapevo mica. Ogni tanto sono andata al Senzanome e mi piace proprio, ma si vede che e' da un po' che non passo in zona. Ci faro' sicuramente un salto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bisogna andarci un po' per tempo x un tavolo, ma ne vale la pena!

      Elimina

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea