Osteria dell'Orsa: perché non ci ero mai stata nemmeno da studentessa?


la cheese cake non ha la solita consistenza, è più morbida e per me più affrontabile. So che magari non è quella con la ricetta original (almeno, mi è venuto da pensarlo) però a me e alle ragazze è piaciuta un sacco!

E vero, da cosa nasce cosa. E spesso si va nei locali perché qualcuno te l'ha suggerito, te ne ha parlato tanto bene. O perché hai conosciuto chi gestisce il locale e ti è stato particolarmente simpatico e poi hai scoperto che sta simpatico anche ad alcune amiche e via di questo passo. E allora vai a trovarlo con le amiche che in fondo sono incuriosite anche loro perché non è che poi ci son state così spesso e nemmeno di recente. Bene, questo per dire che i giri e i rigiri della mente sono infiniti. E che noi esseri umani - almeno io, non c'è dubbio - siamo fantastici produttori di seghe mentali che poi si possono chiamare anche link, connessioni, acrobazie della mente. E tutto poi sfocia, ancora una volta, nella necessità di andare a pranzo o a cena con la nostra identità, cullati dalla certezza che nel posto in questione ci troveremo bene almeno per l'ambiente. Ok, fatto il panegirico del venerdì, dirò che l'Osteria dell'Orsa è stata un'esperienza di verità culinaria. Di eccessi alimentari. E un'esperienza che prima o poi dovevo fare anch'io, quella di andare nel locale più amato dagli studenti bolognesi con un'idea poetica dell'osteria. Cosa che io, da studentessa, non avevo minimamente. La zona universitaria non era la terra promessa per me. Nelle osterie non trovavo grande poesia. Se non lo sapevate ve lo dico io: non è che tutti i bolognesi vengano prodotti con lo stampino, eh!! O forse è proprio questo il punto, il fatto è che son bolognese.



All'Osteria dell'Orsa il servizio è molto gentile
zabaione titanico! (4 euro)



tortelli, portafoglio di salsiccia, zuppa di fagioli

E così il pomeriggio che con le amiche di sempre abbiamo deciso di fare questa serata "come fossimo studentesse" non è che la spinta decisiva sia stata quella di tornare in un luogo in cui avevamo lasciato delle memorie. Il motivo era piuttosto quello di provare a far serata facendo riaffiorare dal passato degli aneddoti studenteschi… che poi alla fine ne sarà venuto fuori uno o al massimo due. Tra tutte e 5 solo una si era laureata, mentre le altre erano totalmente universitarie disfunzionali. Un macello. La cosa più divertente era ricordare quanti esami avevamo dato. In tutto non facevamo una laurea :-).Il focus è invece diventato l'Osteria dell'Orsa e il suo menu e la sua pasta fresca fatta dal laboratorio Bohème lì accanto (lo chiamo così perché è rimasta la scritta del negozio che c'era prima e secondo me è un nome bellissimo per un negozio di pasta fresca, tanto per ribadire il fatto che se un posto fa cose eccellenti può anche chiamarsi pincopalla e non deve per forza richiamare l'attenzione sulla sua specificità) che ha prodotto per la nostra serata almeno due piatti: tortellini (10 euro) e tortelli (9 euro) con funghi porcini squisiti. Io tra tutto ho scelto la zuppa di fagioli (6 euro), una crema deliziosa di fagioli e un'altra amica il portafoglio di salsiccia farcito con ricotta, castagne, grana con crema di formaggio e contorno di belga al forno con patate saporite (9 euro), piatti del menu del giorno che comprendeva anche orecchiette con cime di rapa, maccheroncini con pancetta (6 euro), radicchio rosso e vino barbera (6 euro) e tra i secondi fiocco di prosciutto con riccioli di burro e pane tostato (12 euro) o sempre per i carnivori la fiorentina (500/600 grammi) con contorno (22 euro). In menu ci sono anche le crescentine e le piadine e i crostini caldi. E una contenuta scelta di vini: per noi due bottiglie di Pinot Nero Blauburgunder supergut! I prezzi sono davvero onesti e una particolarità della "casa" è quella di dar da mangiare no stop dal pranzo alla notte (anche di pomeriggio quindi). Credo pure che sia meglio prenotare (anzi, no, leggo che non si accettano prenotazioni)…ho visto delle file che voi umani…

Osteria dell'Orsa
via Mentana 1, Bologna
051231576
aperto tutti i giorni dalle 12 alle 00
chiuso solo a Natale e Capodanno

Commenti

  1. Uh che tempi... Quanti piatti dell'amicizia... Grazie per aver "omaggiato" l'Orsa, questa volta invece che farmi scoprire qualcosa di nuovo, mi hai regalato un bel ricordo.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Frances…a dire il vero questa volta sono io che ho scoperto qualcosa un po' in ritardo :)

      Elimina
  2. l'Orsa è stata una tradizione della vita universitaria bolognese... grazie per aver fatto riaffiorare tante memorie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh mi fa piacere, con un po' di ritardo ho reso giustizia!

      Elimina
  3. l'Orsa è stata una tradizione nella mia vita universitaria bolognese... grazie per aver fatto riaffiorare tante memorie!

    RispondiElimina

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea

Post più popolari