Va' dove ti porta l'odor di fritturina: alla scoperta del nuovo profumo di Bologna


mappa in progress disegnata da Chizu Kobayashi per la passeggiata di giovedì 22 maggio 2014 dalle 18 alle 20 nell'ambito di Smell Festival dell'Olfatto

Il profumo di Bologna non è più -solo- quello di mortadella. La città e il suo odore stanno cambiando molto velocemente, come conseguenza della trasformazione gastronomica inarrestabile in atto all'ombra delle due Torri. Possiamo scomodare anche la parola rivoluzione, perché di questo si tratta: di un cambiamento radicale nella struttura sociale e urbana. Quindi rivoluzione, fatta da ristoratori sognatori, nuovi o vecchi cuochi, imprenditori audaci che, annusando l'aria di questi tempi, hanno deciso di buttarsi nel vortice. Anche con progetti innovativi che spezzano la catena alimentare della nostra città da troppo tempo arroccata sui suoi principi di immutabilità. Avete presente il menu bolognese? Estate e inverno il profumo del brodo di tortellino o del fritto di cotoletta c'è. Si può anche pensare che sia tutto sommato una bella certezza. Ora, invece, un po' come succede nelle grandi capitali europee dove i flussi residenziali cambiano volto ai quartieri (ad esempio Shoreditch a Londra o Friedrichshein e Neukoelln a Berlino, o ancor prima Prenzlauerberg), a Bologna la rivoluzione succede grazie ai nuovi locali che aprono. E che cambiano volto e profumo alle strade. E così ogni giorno spuntano tracce di strade del cibo che fino a qualche mese fa non c'erano (magari erano devote alle boutique, alle profumerie, alle cartolerie…) e si percepisce un profumo fatto di tante cucine, ben poco uniforme: profumi di pesce fritto, hamburger, pizza, pane, arancini di riso, caffè o piadina, si mescolano con quelli di mortadella, formaggi, tortellini, ragù. La convivenza è fonte di grande i(n)spirazione!! Ed è per questo che ho pensato di raccontarla con una passeggiata che farò giovedì 22 maggio dalle 18 alle 20, con chi vottà seguirmi. Una “gita” di due ore, che comprende 10 tappe, 5 degustazioni e 3 distretti del cibo, e che sarà l'occasione per chiacchierare di questo cambiamento con riferimenti gastronomici e qualche curiosità -su architettura, sul progetto imprenditoriale - in alcuni casi specifici raccontata direttamente dai protagonisti.
Le tappe le ho già decise e qui sotto, tra i punti da leggere bene per partecipare, ci sono un po' di spunti. La mappa finale, invece, sarà pubblicata più avanti e presentata durante la conferenza stampa di presentazione della quinta edizione di Smell Festival dell'Olfatto che mi ha chiesto di pensare un'idea che unisse olfatto e cibo. E io li ringrazio, anche come frequentatrice della manifestazione che seguo da 5 anni, in qualità di "tossica" di profumi, per questa bellissima opportunità.
Il percorso, dalla sua prima tappa all'ultima, è pensato secondo lo scorrere dei riti quotidiani che ci avvicinano ogni volta al cibo e al nutrimento.
La giornata comincia con un buon caffè e prosegue con una leggera colazione a base magari di pane e qualcosa di dolce. Arriva poi l'ora del pranzo ed ecco un tortellino o un tortellone take away, perché si fa un po' di corsa (è poi vero che a Bologna si pranza di corsa?) Per la serata è previsto un aperitivo in compagnia di amici con un po' di fritturina che ci accompagnerà verso una cena leggera in cui si brinderà con lambrusco rosè.
Aspettando la mappa definitiva con i 10 punti che la fantastica Chizu sta ultimando, vi mando un salutino perché domani parto per un po'. Ci rileggiamo tra una settimana. 
un bacio, Bea



Apranzoconbea e la 5 edizione di Smell Festival dell'Olfatto (21/25 maggio) presentano:
Va dove ti porta l'odor di fritturina
passeggiata alla scoperta del nuovo profumo di Bologna in 10 tappe
giovedì 22 maggio dalle 18 alle 20

Il costo di partecipazione è di 10 euro a persona.
La visita guidata è per un gruppo di 15 persone.
Prenotazioni entro mercoledì 21 maggio.
*Le degustazioni non sono per vegani ma per vegetariani (sì pesce, sì latticini).
*Spero che il caffè piaccia, visto che la partenza è dal Petit Cafè con degustazione di caffè.
*Ci saranno sia assaggi di tortellini che di tortelloni per chi non mangia carne. Quindi al momento della prenotazione specificatelo.
*Ci saranno assaggi di pane, quindi non consigliati ai celiaci.

info@smellfestival.it | tel. 348/4262301     


Commenti

  1. ...allora fate una pedalata fino a Via Rialto....il 23 maggio 2014 dalle h.17 ci sarà la seconda festa di strada e ci aspettiamo di poterla condividere con tantissime belle persone <3

    RispondiElimina
  2. prenotato per il secondo tour!!! yeppaaaaaaaaaa!!!

    RispondiElimina
  3. scoperto tardi e alle 18 non ce l'avrei mai fatta... sigh, peccato :)

    RispondiElimina

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea