Il forno evoluto che ama i grani antichi è in via Saragozza

seggioline e tavolo in formica, bancone originale e pane di grani antichi: il viaggio nel tempo è assicurato

Alcune considerazioni di questi giorni mi dicono che la bici e i piedi sono il miglior mezzo per tenersi informati su quel che succede in città. Esci da una conferenza stampa dal Celebrazioni, il teatro tutto messo a nuovo che inaugura il 24 novembre, e visto che sei in via Saragozza fuori porta, il portico più bello di Bologna, decidi di fartela a piedi la strada fino al centro -bici a mano- per goderti la luce che ogni arcata ti regala in un giorno di sole autunnale. Attraversi la strada e la prima vetrina in cui t'imbatti sa di vecchio, molto stile Saragozza, poi guardi meglio dentro e scorgi alcuni segnali divenuti di contemporaneità: ormai solo chi se ne intende mette le seggioline e i tavoli in formica in negozio. Da un paio di giorni è arrivata la Bottega dei Grani Antichi e qui in quartiere inizia a tirare un'aria nuova.



la Bottega

L'aria è talmente nuova che io sono chiamata a entrare in questa nuova creatura gastronomica che mi ispira tanto. Faccio sempre più fatica a entusiasmarmi, e quindi me la godo tutta questa esperienza. La stregata di farina integrale che sgranocchio mentre do un'occhiata al ricco bancone, mi conquista del tutto e decido di fare due chiacchiere coi proprietari. Tutti giovani, tutti ex qualcosa. A cominciare da Federico Dardani, che faceva il programmatore informatico e contemporaneamente panificava in casa, come tanti di voi insomma. Con il lievito naturale, scegliendo le farine. Proprio quelle che poi ha deciso di utilizzare qui, dopo aver trovato uno spettacolare forno a muratura a gas (a bruciatore separato potrebbe essere anche a legna)  di almeno 100 anni. Muffin, panini, crescente, focacce, streghe, biscotti hanno tutti una lievitazione naturale e vengono impastati solo con cereali 100% antichi, dal grano tenero e duro al farro, dalla segale al farro monococco. Qui, di chimica, c'è solo quella scattata tra Federico, i suoi 3 soci Franco Pilati, Francesca Scanelli e Luca Gherardi, e la Bottega.

La Bottega dei Grani Antichi
via Saragozza 225/d
05119986697


Commenti

  1. sembra interessante, magari al prossimo giro vado a prendermi un pane!
    anche se sarà dura scalzare dal cuore il mitico Calzolari...

    RispondiElimina
  2. ogni tanto Scalzolare non è peccato Ariannina!

    RispondiElimina
  3. Ciao Bea, dopo questo tuo entusiastico articolo...non potevo non segnalarti il nuovo sito della Bottega dei Grani Antichi! :-)
    www.labottegadeigraniantichi.it

    RispondiElimina

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea

Post più popolari