Sedano rapa burger, estratto di uva e mela, patina: Basilico è fuori porta!

quanto si sta bene a mangiare fuori? Dalla prossima primavera questo cortile sarà magia.

Giornatona ieri! Ispirata dal cielo e dal sole, da quell'aria respirata a pieni polmoni in quel viaggio a Copenhagen di qualche anno fa, ho preso la bici per andare a scoprire un nuovo posto suggeritomi dal mio amico Wawashi, che quando non è in giro per il mondo con la sua musica -per cui il nome di battesimo Mauro diventa semmai un'esotismo in quei giri elettronici e pazzi che ha lui- si gode la vita della piccola e accogliente Bologna appena fuori porta, procacciandosi verdure e frutta per inebriarsi di estratti. Bene, al Basilico mi ci ha fatta arrivare lui. E io l'ho presa larghissima, uscendo dalla Bolognina, attraversando San Donato, perdendomi nelle campagne e ritrovandomi 40 minuti dopo in via Massarenti. Sospettando già dall'inizio che Basilico potesse aver trovato casa vicino a un albergo che ben ricordavo, in una posizione che da sempre mi aveva intrigata, perché figlia di un altro tempo, un'altra vita: là dove c'era un meccanico di moto, proprio accanto al Giardinetto, è nato questo bar con cucina a vista. Ed è già posto del cuore. 




chi trova un muro scrostato trova un tesoro! qui è stato tolto l'intonaco bianco che nascondeva questa meraviglia

Per primo mi ha conquistata il cortile. Ma ieri, con quella luce pazzesca, non era difficile conquistarmi. Però cavoli (parola a caso!) poi entri, ti giri un po' a destra e sinistra, vedi i muri patinosissimi e sei ancor più inebriata. E fa niente se tavoli e sedute e bancone sono un tripudio di pallet, perché qui stanno molto bene e i ragazzi alla guida di Basilico hanno certamente studiato la soluzione più carina e congeniale per loro (anche finanziariamente, immagino) ottenendo un effetto fresco e gentile. Poi guardo la lavagna dipinta sul muro e sfoglio con attenzione ogni riga del menu, su cui, comunque, mi ero già preparata. Immaginando la cotoletta di sedano rapa tra due fette di pane e la torta al pompelmo rosa. Rimandando i tortelloni giganti o la vellutata per una prossima volta. Li avevo visti proprio ieri mattina sulla pagina di fb. E scelgo anche un estratto pungente con rapa rossa, mela rossa e uva nera. Ah, dimenticavo. La cosa più buffa è che mentre mi guardavo attorno rapita, un po' ebete e sognante, sento la voce di chi sta accanto a me: ed è proprio Wawashi. Coincidenza davvero carina. Chiacchiere, sole godurioso, ci sediamo fuori, accanto ai cavoli, ai peperoncini e ai fiorellini colorati nei cassoni. Peace and love.


l'orto di Basilico


il muro è stato ripulito dall'intonaco e lasciato come era chissà quanto tempo fa. Ci sono anche delle vecchie scritte. La passata di bianco, ormai è chiaro, non va più di moda.


sedano rapa burger

il sole si spalma sul muro interno e fa volare le farfalle



bravissimi Francesco e Ramona, questo Basilico è un lavorone e mi piace che sia fuori porta. Ogni quartiere ha diritto a posti belli e accoglienti. Coraggiosi e visionari.

Basilico Food
via Massarenti 76/c
3315056164
dalla colazione alla cena



Commenti

  1. finalmente un posto carino vicino a casa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che bello! è obbligatorio! aprire posti fuori dal centro, ecco :)

      Elimina
  2. ne avevo sentito parlare ma ancora non avevo letto nulla in proposito. Da curiosa, golosa e amante dell'orto, andrò a provarlo! monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie di essere passata e aver lasciato traccia, buon Basilico allora!

      Elimina

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea