Con Grazia in cucina: la marmellata di kumquat




Bene, ecco arrivata la novità nel blog. Con questa ricetta, inauguro ufficialmente Con grazia in cucina, l'angolo delle ricette di mia mamma Grazia. Che abita a Roma e mi manda le ricette via mail e in caso i prodotti via posta. Una strana relazione arcaico-digitale che mi piace molto! Poi quando si specializzerà con le foto passeremo a quelle...ma la merce la pretendo ugualmente! Qualche giorno fa ho così ricevuto un pacco che conteneva varie cose, tra cui questa marmellata di kumquat (non aranci o kumquat ... poi mi domando perché a volte faccio scelte culinarie così bizzarre...tale madre tale figlia) ovvero l'arancino cinese o il mandarino del giappone che potete approfondire qui. Si tratta di una piccola quantità di marmellata, ma del resto i frutti sono piccolini e mia mamma li ha raccolti direttamente dal suo alberello che cresce nel giardino di Roma. Piccoli arancini, piccola marmellata. Grande delizia. Questa conserva è proprio buona e una spolverata di cannella è quella che si merita. Grazia ha lasciato i semini che potrebbero dar fastidio (in caso si tolgono)...a me no!

La ricetta di Grazia
Qualche giorno fa, ho raccolto i frutti di kumquat dal mio generosissimo alberello. Questi frutti hanno un sapore agrodolce e contengono vitamina c.

1 kg di kumquat
400 gr. di zucchero di canna
mezzo cucchiaino di cannella
1 limone spremuto
Prendete una pentola di coccio (usatela esclusivamente per marmellate) mettete
i fruttini, spremete il limone e aggiungetelo con un cucchiaio di acqua. Con un mestolo di legno mischiate spesso la composta spesso (1 ora circa), non si deve attaccare al fondo; poi zucchero e cannella dieci minuti prima di spegnere sotto la pentola mischiando vigorosamente.

Dimenticavo: i kumquat e il limone devono essere non trattati

Commenti

  1. mmmmmmm. questa è una foto strepitosa.

    RispondiElimina
  2. ...a parte tutte le splendide foto che ci hai regalato... questa marmellata deve essere strepitosa, oltre al fatto che apprezzo molto questo ritorno dal sapore tradizional-orientale... questa marmellata deve essere strepitosa, le marmellate di agrumi sono le uniche che mi piacciono dato che adoro il retrogusto aspro in contrapposizione alla dolcezza... Brave!!! (Tu e Grazia, ovviamente!!!)

    RispondiElimina
  3. grazie Antea, per tutto quel che scrivi. Anche io come te adoro le marmellate di agrumi e praticamente mangio solo quelle "al vivo" sul pane. Poi per altre cose tipo dolci con ripieno o insieme allo yogurth apprezzo anche altri gusti. Una marmellata sempre di Grazia, un suo classicone per dire, che io amo, è quella di fichi, mandorle e goccino di whisky che fa d'estate a pantelleria, sempre coi frutti del suo alberello. km0 all'ennesima potenza!

    RispondiElimina
  4. e grazie Sky! sai che i tuoi apprezzamenti sulle immagini mi sono cari!

    RispondiElimina
  5. Un'ottima idea,sembra golosissima!Tantissimi complimenti a te e a mamma Grazia.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  6. ciao bea, evviva! la rubrica della mami! L'aspettavo proprio... in questi giorni ho 7 milioni di cose da fare, ma alla fine ci riesco a seguire i post della mia "amichetta", un pò in ritardo, ma vabbè! Un saluto!

    RispondiElimina
  7. grazie amiche, la mia mamma ringrazia anche lei e prepara nuove avventure!

    RispondiElimina

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea