Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Cene segrete, workshop da alchimisti e la cucina anti-moda: c'è fermento a Bologna!

Sono sincera nel dire che non ho capito subito quello che Pina Siotto sta combinando da qualche anno. Mi è stato ben chiaro da subito, che le sue dimissioni dal Centro Natura qualche mese fa, non avevano a che fare con "problemi con la proprietà", come sempre più spesso avviene in questo mondo affascinante e al contempo balordo della cucina. La cuoca vegetariana, vera indagatrice del mondo naturale (con un'estensione che va ben oltre il proprio orto), voleva avere più tempo per esplorare nuovi ambiti culinari, per crescere insomma. E, oltre ad aver rinnovato quest'anno la direzione del suo corso di formazione nella ristorazione Veg-Vegetariana, Siotto lancia proprio domani pomeriggio in città, il primo summit sulle fermentazioni tradizionali giapponesi in cucina, in collaborazione con l’Associazione Washoku Kentei-certificazione sulla cultura del cibo giapponese, da Scarto, il primo "zero waste bar" bolognese in via della Braina 11/a, che serve cibi e cockt…

Ultimi post

Ma perché la Pescheria Brunelli ha chiuso? Ne parla tutta la città

Ma è poi vero che a Massimiliano Poggi la stella Michelin interessa?

Salutista, fusion, monotematico: tra pokè, bao e temaro sushi, il grande trend esotico a Bologna

Una cosa da fare assolutamente giovedì pomeriggio: granita alla clementina!

Il piatto di cui si parla a Bologna: la pizza buona con tre 'o' da Erasmo from Tramonti

Tutte le vite dello spaghetto alla bolognese: quello del Cambio è da non perdere

Sui colli nasce Lo Spaccio, piccole cose da mangiare vista San Luca

Un cartoccino di pesce fritto? Venite in Bolognina, c'è una sorpresa

Il panino cinese farcito l'avete già mangiato? Il Bao è a Bologna!

Un piatto di cui si parla in città: il bibimbap coreano di Soon