Le guide di Bea: aperitivi carini in città visto che Arte Fiera vi prosciugherà




un momento di sosta e si ricomincia….

Sì sì, è proprio vero. Io che faccio una guida agli aperitivi non pare vero. "Da te Bea non me lo sarei aspettata!" Qualcuno lo pensa? Però ho riflettuto e sono giunta alla conclusione che in questa settimana dell'arte che sta per cominciare, chi rimarrà chiuso dentro alla fiera fino alle 6 del pomeriggio, ma anche chi non avrà tempo di far nulla se non spizzicare qualcosa al volo tra mille appuntamenti, avrà bisogno di qualche dritta. E mi sento coinvolta perché la cosa tocca anche me in prima persona. Anch'io sarò una farfalla in bicicletta che vola di qua e di là. Quindi questo post è anche un promemoria per me, per gli amici o i passanti che mi chiederanno un suggerimento. Mi faccio la lista, la divulgo, e…frullarono tutti felici e contenti tra uno spritz e un bicchiere di vino, una piadina strepitosa e un frittino di pesce leggero leggero.



al Lestofante tutti i prodotti dell'aperitivo sono dell'azienda agricola di Brisighella Ca' Montalbano: piadina, formaggi, marmellata, mieli, vini

L'aperitivo a Bologna: l'ultimissima guida
The ultimate aperitivo guide in Bologna

Gamberini
via Ugo Bassi 12
E' il mio preferito, per gli apertivi, da un po'. Da quando ci entrai con Bea una sera per caso (lei era già un'affezionata) e capìi che spesso l'involucro di uno dei caffè storici di Bologna mi aveva tenuta lontana. Me prevenuta. E iniziai a frequentarlo a pranzo, per un caffè, un dolcino per alzare gli zuccheri e poi venne l'aperitivo con una bollicina a prezzi nella norma (5/6 euro) e un aperitivo sui 9/10 euro…. ma bancone di stuzzichini da paura che vi verranno portati in pompa magna se sarete seduti al tavolo. Io vivrei dei finger food di Gamberini: pranzo, merenda, cena…forse anche colazione.

Lestofante (la gestione è cambiata alla fine del 2015)
via San Petronio Vecchio 15/b
Ma anche questo è il mio preferito se devo fare un aperitivo. Beh, vorrà dire che sono fortunata e posso scegliere tra due posti carini, accoglienti, dove si mangiano buone cose. Al Lestofante, che non ha nemmeno un anno d'età, i gestori sono appena poco più grandi…sì insomma, hanno nemmeno trent'anni. E sono gentilissimi. Un tavolino forse alle 7 di sera non lo troverete, ma potrete appoggiarvi al bancone, sgranocchiare una piadina con formaggi e marmellate e bere un buon rosso o uno Chardonnay. Un tagliere, due bicchieri di vino… spesa sui 14 euro, capperi!

Caffè Carracci Fava 
via Manzoni 2
L'ambiente è molto cozy, direbbe qualcuno. Sì, insomma, si sta bene, è accogliente. All'ingresso le poltrone davvero avvolgenti, nella seconda stanza tavolini e sedie tutti diversi e librerie per prendere un testo e sfogliarlo. E all'ora dell'aperitivo? Si beve e si mangia. Si va dai 4 euro per un pignoletto (cantina Botti per il fermo, Lodi Corazza per il frizzante) ai sette euro per lo spritz (che propongono anche in una versione tutta bolognese, Spritz Bononiae, con zenzero e lampone, agli 8 euro per gli altri cocktail. E per stuzzicare l'appetito o far la pancia felice per un po'? Taralli e grissini di pasta madre, lupini (se ne consigliano 12 al giorno per la salute!), patatine, olive e tartine di pasta madre farcite coi salumi Zivieri o Pasquini o salsine veg. A proposito… questo è il caffè del museo omonimo dove l'8 febbraio arriverà La ragazza con l'orecchino di perla del Vermeer.

Berberè/Alce Nero
via Petroni 19/c
E' vero questa è la seconda nata in famiglia di Berberè. E il cuoco Matteo Aloe, in questo momento, è pure a Copenhagen, alla corte di sua maestà Redzepi, per apprendere i segreti della cucina nordica tanto prestigiosa. Quindi, per i più questo è un ristorante dove andare a pranzo e cena, ma io ci sono stata per farmi un aperitivo, perché non avevo fame da cena. E allora, in buona compagnia, abbiamo preso due calici di rosso e una pizza di quelle strabuone e leggere,  da dividerci, e anche un cicchetto burrata, acciughe e origano. Nessuno vi guarderà male, viva il do it yourself!


il Rubik ieri mattina

Rubik
via Marsala 31/d
Altro regno del modernariato, dove tutto quel che c'è è in vendita, Rubik è fortissimo nei cocktail, così mi dicono i miei informatori che son più beoni della Bea. E ha anche le birre artigianali e pure la Coca Buton (!!). E nel bancone ci sono le musicassette incastonate e le sedie e i tavolini all'esterno cambiano spessissimo. Il salottino qui sopra l'ho fotografato ieri mattina. Come resistere?

Camera a sud
via Valdonica 5
Siamo ancora nell'atmosfera vintagista con divani accoglienti e di stili tutti diversi che creano isolette intime assieme ai tavoli e alle sedie spaiate. E siamo nel ghetto ebraico, una parte di Bologna magica, da vedere. Il venerdì sera c'è anche la musica di Morra dj la cui programmazione io amo sopra ogni cosa (la mia selezione su Radio Bea qui a fianco va un po' nella sua direzione). Ottima la scelta dei vini e per mangiucchiare date un'occhiata al menu. E poi vi vengo incontro…meglio che prenotate se ce la fate…051/0951448.


Pescheria San Gervasio
via Belvedere 13/d
Questa è una super new entri di una decina di giorni fa. E' una pescheria dove si mangia solo, non si acquista pesce fresco per intenderci. Ci sono alcuni tavolini - anche fuori-, scegli cosa mangiare, scegli una bottiglia (purtroppo per ora non c'è vendita al calice e quindi è meglio essere in due o tre e prendere una bottiglia, ma spero che introducano il calice…) e il tuo aperitivo è fatto. Insalatina di pesce al vapore (5,20 euro all'etto), frittino leggero, polpettine (5 euro all'etto), pescetti marinati, insaccati di mare, cous cous (4,50 euro all'etto). Dalle 18 alle 21. 

Naama Caffè
via Oberdan 31/b
Ohhhh…qui l'aperitivo è a base di tè. Ebbene sì, nessun tipo di alcolico. Ma se volete fare un'esperienza più rilassata di un aperitivo a base di frutta secca, datteri ripieni di noce e altre specialità e assaggiare te internazionali, questo è il posto per voi. Io qui pasteggio col tè anche a pranzo, per accompagnare una quiche. Appena lo vedrete sotto al portico non resisterete, perché qui davvero troverete l'agognato relax prima di ricominciare.

Pescheria del Pavaglione
via Pescherie Vecchie 14
Avete voglia di un'aperitivo con ottimo pesce? Allora c'è un'altra scelta in città e si tratta della pescheria di una delle stradine del Mercato di mezzo, che è da vedere assolutamente. In effetti questa è la pescheria che per prima ha lanciato l'aperitivo accanto alla vendita del pesce fresco e la scelta è sempre tra tartare, ostriche,  tapas di pesce dai 3 ai 6 euro, gamberi rossi, alicette marinate e baccalà mantecato con crostini di pane nero. E da bere anche bottiglie di vino da mezzo litro.

I focacciari genovesi a Set Up (evento non più disponibile)
autostazione delle corriere, piazza XX Settembre 6
Nei giorni dell'arte qui a Bologna non c'è solo Arte Fiera…c'è anche Set Up, la fiera "indie" che piace tanto a Bea. E poi quest'anno c'è la parte gastronomica che dovete assolutamente provare e per l'aperitivo ci sta che è un piacere: praticamente vicino all'ingresso all'Autostazione delle corriere, ci sono i panificatori genovesi che fanno focacce, focacce di Recco (con il formaggio) e farinata. Una meraviglia. E sempre in questo spazio la birra Al Top…birra e focaccia…slurp! Temporary and so good!

Colazione da Bianca 
via Santo Stefano 1
Qui consiglio in particolare il 23 gennaio: in occasione della mostra Lou Reed & The Velvet Underground: Steve Schapiro” che si inaugura il 25 gennaio alla Ono Arte Contemporanea (dove c'è pure il bar per fare un aperitivo con spritz e nachos) dalle 19 alle 22,30 ci sarà una preview  aperta al pubblico, con una gigantografia di uno scatto, materiale esposto e un'atmosfera che parlerà di Warhol in ogni cocktail e finger food presentato su vinile o cupcakes al cioccolato con decorazioni pop.

Caffè del Museo di Palazzo Pepoli
via Castiglione 8
Solitamente il caffè chiude alle 19, quando chiude il museo. Ma sabato 25, in occasione della Notte Bianca dell'Arte, sarà aperto fino a mezzanotte. Il museo sarà a ingresso libero e il caffè proporrà un'estensione dell'aperitivo del 23 gennaio a Colazione da Bianca. Quindi let's pop and scrunch!




.

Commenti

  1. Lestofante tutta la vita!!! ma la prima foto? che bella luce e che che bella atmosfera!!!!

    RispondiElimina
  2. io adoro il Lestofante, proprio così.
    la foto l'ho fatta a Londra, in un momento di irrefrenabile voyeurismo

    RispondiElimina
  3. Ciao Bea, ho appena scoperto che il Baglioni comincerà a patire da Sabato a proporre il brunch a 25 euro. Visto che so che sei un'appassionata volevo fartelo sapere, così se ci vai e sperimenti poi ci fai sapere cosa ne pensi :-)
    http://grandhotelmajestic.duetorrihotels.com/hotel-5-stelle-lusso-bologna/brunch-bologna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma questa ….è una grande dritta! appena finisce il delirio di arte fiera, ci vado!

      Elimina
  4. è una foto che ho fatto in un caffè di un museo inglese…devo recuperare il nome….

    RispondiElimina
  5. è somerset house! che emozione, rivederlo, e riconoscerlo! ho amato moltissimo quel posto.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. IL FRAM é al N. 20 grazie ad un progetto presentato dalla bravissima ed abile Veronica e all'artista Mattia Caracciolo che tanto l'ha ispirata...merito loro se anche quest'anno il Fram dirà la sua durante Arte Fiera. http://www.setupcontemporaryart.com/setup-plus/

    RispondiElimina

Posta un commento

per me è importante sapere cosa ne pensate! grazie, Bea

Post più popolari