Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Ho letto una carta e ho viaggiato con gioia: CaBo' e lo chef Daniele Simonetti

Chi l'avrebbe mai detto? Dopo questo interrogativo che mi è uscito davvero spontaneo questa mattina, potrei continuare in due modi. Chi l'avrebbe mai detto che sarei tornata a scrivere dopo così tanto? Perché quando passa oltre un mese, poi non è così chiaro come andare avanti. Però il mio stupore, a dire il vero, è dato dallo chef Daniele Simonetti, un tempo braccio destro di Barbieri in tante avventure, dal Cotidie al Fourghetti, e ora in pianta stabile a Bologna nella sua nuova cucina, il CaBo' in piazza dei Tribunali. Chi l'avrebbe mai detto che Daniele si sarebbe fermato sotto le Torri con tale convinzione?

Ultimi post

Piccole fughe d'estate in Romagna: Locanda i Girasoli con Aromi Orto e Cucina (è proprio il nome del ristorante)

Le scoperte dell'estate: lassù sulle colline di Monte San Pietro, a mangiare le tagliatelle verdi

La fritturina di pesce in città, una ricerca senza fine: Bar Osteria della Pace

Una Bologna inedita dalla Torre dell'Orologio, che presto inizieremo a scalare, dopo un drink.

Mangiare in Riviera anche in bicicletta: istruzioni per l'uso con Cucinopertescemo (stasera in città da Dynamo)

Al Binèri: il ristorante del Dlf dove il personale è in transito, la gestione di una coop e il conto importante

Mercatini, festivalini e temporary sono i nuovi bistro': Bologna all'aperto, una piccola guida

Chiude Colazione da Bianca e si chiude un'epoca "foodie" a Bologna

Mangiare la pizza sulla terrazza del Pincio: coi Portici la Montagnola ha una nuova destinazione

Hot Pot Experience: la Cina è "hot spot" nel centro di Bologna