lunedì 26 gennaio 2015

Cannolini, arancini, calzoncini e poltroncine da Nonna Vincenza


tante sedie, tavoli, ambienti da Nonna Vincenza: questo in vetrina con le poltrone è davvero il più bighellone
Dopo tre giorni di arte dentro, fuori, sopra, sotto fiera, ecco che ieri mattina avevo una gran voglia di bighellonare. Che è il cazzeggio spensierato figlio della casualità e ciondolone, di questi nostri anni duemila. L'incontro non programmato, la chiacchiera senza scadenza... quello che succede anche lungo i corridoi di Arte Fiera, insomma, ma almeno non son lì per lavorare. Quindi, via in bici, caffettino al bar, amiche che passano,  un pettegolezzo, guarda quello guarda quella, la lettura comune di un articolo. E poi, agenda alla mano, esplorazione dei nuovi posti del cibo bolognesi, perché siamo rimaste un po' indietro e qua l'onda anomala della gastronomia intraprendente mica si è esaurita col 2014. Continuano ad esserci tanti avventurieri che decidono di salpare verso l'ignoto con tanti sogni deliziosi. E così, con Veronica di passaggio in città, siamo andate a scoprire che sapore hanno gli arancini e i cannoli di Nonna Vincenza.

venerdì 23 gennaio 2015

Piglia la Puglia è bakery, delikatessen e caffetteria aperta h24

il bancone del bar e dietro la vetrata della pasticceria

Carine le mie corrispondenti. Sempre con le antenne impennate per intercettare le novità stile Bea in città.E così un paio di giorni fa mi scrive Chiara..."Accanto ai Fratelli La Bufala in via Riva di Reno ha aperto ieri una Panetteria/Pasticceria/Caffetteria ;) Magari la conosci, ma mai dire mai!". Fantastico, penso, ancora due mesi fa avevo notato una scritta che parlava di "una prossima apertura" (ormai questi cartelli sono una consuetudine in una città come Bologna) proprio in via Riva Reno. Poi non ci ero più passata, che quella non è tanto zona mia, ed ecco che mi arriva la notizia. Inutile rimandare alla domenica mattina per la colazione. Mercoledì ero in giro per l'inaugurazione dell'articolata mostra di Sissi tra Archiginnasio, Collezioni comunali, Archeologico e Palazzo Poggi...e, tornando dal Mast in bici dove c'è un'altra spettacolare mostra di fotografia industriale, per andare verso la piazza ho tagliato via San Felice a metà e ho preso a sinistra. Giusto in tempo per un caffè e per un controllo schiumina.

mercoledì 21 gennaio 2015

Yoshi che ama la cottura alla piastra: un nuovo giapponese lungo la via Emilia


Ci sono due tipologie di sedute da Yoshi: una più occidentale e una più orientale: a ognuno la sua 
Regola numero uno: il buon critico di ristoranti non accetta mai gli inviti alle inaugurazioni. Regola numero due: figuriamoci poi gli inviti a cena per scoprire un ristorante aperto da poco. Ecco, io non sono un critico, piuttosto una criticona. Sono invece di sicuro una giornalista - lo attesta il tesserino da PRO conseguito grazie ai miei articoli stesi con la macchina da scrivere, no?-  che ama raccontare storie e che non sa resistere alle storie interessanti. O che reputa tali. Mi piace tantissimo "andare in missione segreta", per poter dire la mia senza pressioni, ed è ciò che faccio sempre. Ma ci sono delle volte in cui la curiosità di fare delle domande e ricevere delle notizie interessanti è talmente forte, che sì, allora accetto l'invito e m'intrattengo volentieri a far chiacchiere con un gestore o un cuoco. Questo per dire che, quando sabato scorso ho ricevuto una email che mi invitava ad "assaporare in un ristorante nuovo, luminoso, elegante, una cucina di qualità come quella di Parigi, Londra, New York", ci ho fatto un pensierino. Quando poi ho letto il nome del titolare,       Zheng Guangkai, ho pensato che dovevo assolutamente saperne di più. E ho accettato l'invito per la sera stessa.

lunedì 19 gennaio 2015

Nella vostra agenda Arte Fiera? C'è la mia guida su dove farsi un cocktail e riprendersi

Enrico è il mixologista un bel po' artista del Casa Minghetti, uno dei più bei locali bolognesi che hanno aperto nel 2014 in una delle piazze più suggestive della città (che poi dà il nome al bar)

Tra tutte le guidine che produco con divertimento ogni tanto, quella collaterale ad Arte Fiera, ma anche a Set Up - la fiera d'arte indipendente che compie tre anni (quella della mia amica Blue) e che va in scena all'Autostazione- è la più utile se ci penso. Nel senso che: non serve solo ai miei concittadini che la possono utilizzare tutto l'anno, ma è utile soprattutto al popolo "arty-party" che in questi giorni "rock til you drop", chiusa la fiera anziana e poco prima di andare a quella giovine, non sanno dove sbattere la testa. O meglio, non è che vogliono andare al ristorante dinosauro o al primo bar tristone sulla strada (che via Indipendenza è un po' così, tristona). Ecco quindi per voi tutti, 9 posti carini dove bere un buon cocktail, ricarburarsi e partire per mille nuove avventure serali.

venerdì 16 gennaio 2015

Altro? Sì, il libretto delle istruzioni, grazie.

una cosa bella di Altro?: se vai da sola dopo l'orario di punta tipo dopo le 3 del pomeriggio, perché sei una della moltitudine dei "fuori orario", non fai la fila (ok il ristorante è chiuso, il resto no però), ti siedi dove vuoi e hai un tavolo tutto per te. Una cosa brutta? Non c'è il wifi.

Sono arrivata lunghissima con la mia visita al luogo del cibo più discusso dalle chiacchiere da bar degli ultimi mesi del 2014. Ma se ci penso, il titolo di "più discusso", l'anno passato, se lo sono contesi in tanti. Bologna e i bolognesi sono stati generosi di progetti, come vi ho ricordato lo scorso 31 dicembre, e sembrava che improvvisamente non si potesse fare altro che aprire un locale. Lo si è fatto per vari motivi: per trovare un'opportunità ai figli, per investire la buonuscita da un lavoro abbandonato, per darsi una nuova chance e far fruttare l'eredità della nonna, per realizzare finalmente il sogno della vita - che non era quello di lavorare come consulente finanziario, manager di una grande azienda, agente immobiliare o giornalista - perché lo stanno facendo in tanti e anch'io voglio provare l'ebbrezza che fa. Questo, però, è il tipico caso in cui il gioco non è bello finché è corto e quindi spero tanto che abbiate ponderato a lungo sul vostro business plan, perché spesso non tutti i cupcake vengono col tuppo giusto perché avete usato il lievito. Ecco che mi sono persa un'altra volta in un labirinto di riflessioni. Del resto sono la regina degli incisi che comunque offrono sovente le notizie più interessanti di un racconto, come le deviazioni improvvise che la vita ti offre. E poi, grazie ad alcune recenti scorribande solitarie in giro per la città in cerca di news, non ho potuto fare a meno di riflettere tanto. E tra i tavoloni di Altro?, che ho visitato più volte e con molta calma, ho avuto qualche intuizione.

mercoledì 14 gennaio 2015

Pranzo della domenica da Filizon, tra passatelli e nebbiun

atmosfera ferma nel tempo e un buttasu sentimentale di foto, fatti ed euforia

E' metà settimana... e qual è l'impegno più importante della giornata? Quello della prenotazione del pranzo della domenica, che se non si trova l'idea giusta ci scappano dei morti in famiglia. Ecco quindi la mia indicazione per il vostro rituale della gioia, che è stata la mia esperienza della domenica passata e che ha richiesto una strategia ben precisa per andare a buon fine. Perché, davvero, da Filizon non ci si capita casualmente e bisogna essere preparati.


lunedì 12 gennaio 2015

Incontrarsi a Bologna e dirsi "a presto": 5 posti intimi da flirt




Non bisogna andare fino a Copenhagen per trovare un posto carino dove incontrarsi
"Ciao Bea! mi hanno consigliato il tuo blog per scovare un posticino a Bologna che faccia al caso mio e visto che hai lasciato anche un'email per contatti...mi rivolgo a te direttamente. 
Se riesci, magari rispondimi per favore.
Allora, il quesito è il seguente: verrò in città al mattino perché avrò il mio primo appuntamento galante con un uomo: nessuno dei due è di Bologna, ma ci troveremo lì). Lui arriverà con una Freccia ne prenderà di nuovo una per proseguire il suo viaggio. Dovremmo incontrarci direttamente in un locale la mattina, se tutto va bene.
La mia idea era di fare un aperitivo in un posticino vicino alla stazione (per non perdere nemmeno un secondo). 
Mi piacerebbe un posticino con tavoli piccoli in cui sederci e "piccionare" un po', se mi spiego. Fare un aperitivo con un bicchiere di vino e stuzzicare stuzzicare qualcosina....
Puoi aiutarmi?
Grazie mille in anticipo".